Bio

Angelo Musumeci a Catania nel 1951. Fin da giovane sviluppa un vivo interesse per il disegno tecnico e la grafica frequentando proficuamente l’ Istituto Statale d’ Arte di Catania e alcune tra le più prolifiche botteghe artigiane della città, dove apprende profonde conoscenze sui materiali come il legno l’ acciaio l’ argilla e le materie plastiche. Nel 1971 si trasferisce a Milano dove fonda una sua bottega. Questo passo gli permette di porsi a confronto diretto e costruttivo con il cuore pulsante del nascente “Made in Italy”. Nel 1978  torna a Catania e dà inizio al suo personale percorso di creatività che lo porterà ad affrontare in maniera “totale” l’ approccio ai materiali ed alla produzione, iniziando addirittura dalla progettazione e realizzazione delle macchine necessarie a realizzare le sue idee, come ad esempio pantografi tridimensionali ed altri plotter a controllo numerico. Il continuo rapporto con le agenzie pubblicitarie più accreditate e con gli studi di design e architettura, dà vita a progetti che hanno rappresentato un punto di vista nuovo nel campo della comunicazione pubblicitaria. Dal 1993 inizia la collaborazione con l’ artista Nino Mustica per il quale “materializza” la realizzazione di Forme Pittoriche. Forme astratte che nascono dalla materializzazione del colore nelle tre dimensioni spaziali. nel 1999 intraprende una collaborazione con Antonio Presti fondatore di Fiumara d’ Arte e dell’ albergo Atelier sul Mare, realizzando l’ opera di Arnaldo Pomodoro che venne sacrificata alla patrona di Catania in occasione dei festeggiamenti cittadini. Dal 2009 è consulente alla curatela di una delle opere luminose di Lucio Fontana. Per conto della Fondazione Lucio Fontana ha già curato gli allestimenti di Catania, Milano e Los Angeles.